Il Gomitolo Magico

Con ago, filo e un po' di creatività tutto è possibile!

This content shows Simple View

schema

Sciarpa semplice all’uncinetto fatta di catenelle

L’inverno sembra non intenzionato a lasciarci, per cui è facile trovare nel web ancora lavori invernali. Dato che questa settimana sono ancora in alto mare con il montaggio del prossimo video, ho deciso di tradurre un tutorial per voi e fare un ritorno alle origini.
La sciarpa di oggi è molto versatile ed è fatta con punti semplicissimi, un lavoro adatto a chi è ancora alle prime armi con l’uncinetto e vorrebbe apprendere meglio i punti base, come la catenella e la maglia bassa. Questo schema l’ho preso dal sito della Moogly, dove si possono acquistare tutorial, materiali ma anche vedere schemi gratuiti. La sciarpa verrebbe in questo modo.

Prima di cominciare, voglio promuovere alcuni gomitoli di lana multicolor venduti su Amazon. Guardatevi la galleria di foto, perché ogni gomitolo è in più bagni diversi. Qualcuno di essi poi è lavorabile con un uncinetto più piccolo, però non è un problema che vi dovreste porre.
Questi sono gli acrilici:

Questi invece sono in lana o in misto lana:

Come abbiamo detto, questa sciarpa semplice all’uncinetto è realizzata solo con due punti: maglia bassa e catenelle.
Vi elencherò comunque note e i materiali necessari.
Per realizzare questo lavoro avrete bisogno di:
– Un uncinetto 6,5 e un uncinetto 5,5
– Più o meno 100 gr di lana, dipenderà dalla vostra mano
– Forbici e ago

Abbreviazioni: catenella (cat) e maglia bassa (m.b)
ATTENZIONE: Questo lavoro è a spirale, dunque non sarà necessario chiudere il lavoro ad ogni giro. Se volete essere sicure di non confondervi, vi consiglio di usare un marcapunti per ricordarvi l’inizio del lavoro.

Per iniziare, avviare 215 catenelle con l’uncinetto 6,5. Se volete renderlo più corto o più lungo, basterà aggiungere o togliere sei catenelle.
1° giro: Lavorare una maglia bassa nella prima catenella realizzata, chiudendo così ad anello le catenelle. Fare un’altra maglia bassa. Proseguire con *5 cat, saltare 5 cat sottostanti, 2 m.b*. Ripetere questo procedimento ** fino alla fine del giro, dove troverete le ultime 5 cat non lavorate.
2°giro: Fare 5 cat, soltanto le ultime 5 cat non lavorate del 1° giro. Fare 1 m.b. nella prima catenella del 1° giro, un’altra m.b. vicino. Si prosegue con *5 cat, saltare le 4 cat e 1 mb, fare 1 m.b. nella prima cat e 1 m.b. nella maglia sottostante*. Ripetere questo passaggio fino alla fine.
3°-20° giro: Continuare a lavorare a spirale con *5 cat, saltare la m.b. sottostante, fare 2 m.b.*
Chiusura: Quando siete arrivati alla fine del 20° giro o state per finire il filato, chiudere con 5 cat, 1 m.b. e chiudere con una maglia bassissima. Tagliare il filo e affrancare il lavoro.

Opzione: potete anche realizzare un laccetto o una fascia con un bottone per racchiudere il lavoro e decorarlo.

 

 

Vi elenco inoltre le cinque note degli autori mentre si sta realizzando questa sciarpa:

  1. Se le catenelle iniziali si attorcigliano, cercate di lavorare sempre sullo stesso lato delle catenelle. Non preoccupatevi troppo però nel caso non venga perfettamente dritto. L’importante è che vi piaccia nell’insieme
  2. Se alla fine del primo giro ti accorgi di aver fatto qualche catenella di troppo, fai finta di nulla e prosegui con il lavoro.
  3. Se ti rendi conto di aver saltato qualche punto un paio di giri fa, ormai è meglio proseguire con il lavoro senza disfare tutto.
  4. Se il filato finisce prima di aver raggiunto la fine del giro, puoi anche chiudere il lavoro e finire direttamente.

Vi lascio anche lo schema grafico del lavoro.



Cestino in cordino thai all’uncinetto

In occasione delle festività, ho pensato a una simpatica idea regalo che potreste proporre usando materiale che vi avanza da altri lavori (soprattutto se lavorate molto con il cordino per borse). Ho realizzato questo cestino in cordino thai proprio perché ho possiedo molti avanzi di rocche e ho preferito trasformarli in regalini per le amiche e li ho proposti anche ad alcuni mercatini di natale.
Questo videotutorial è più lungo rispetto agli altri perché spiego passo per passo tutti i passaggi di uno schema giapponese che ho usato per questo lavoro.


Se eventualmente volete rivedere lo schema, lo posto qui sul sito. Attenzione, non è proprio come quello del mio tutorial perché è stato pensato per lavori in cotone. Non esitate a chiedere aiuto per ulteriori dubbi o chiarimenti.

cestino uncinetto



Donuts amigurumi con videotutorial

Gli amigurumi sono molto di moda fra i giovani. Questi peluche realizzati a mano sono personalizzabili e sono molto apprezzati proprio perché spesso sono molto graziosi e colorati.

Non realizzo amigurumi da molto tempo, per cui ho preferito prendere un mio vecchio lavoro per il tutorial di questa settimana. Questi donuts amigurumi sono stati realizzati sotto commissione ben quattro anni fa e mi sono divertita nel crearli.
Non ho più il tutorial originale. Ne ho trovato uno abbastanza simile a quello che ho usato io anni fa, per cui partiremo da quello. Ho usato il tutorial di Doroteja, designer del sito Croby Patterns. Oltre alla traduzione, ho accompagnato le spiegazioni con il videotutorial fatto dall’autrice.

donuts

Premessa: Nel caso vogliate personalizzare il lavoro consiglio di usare delle perline durante la lavorazione per far sembrare la glassa del donuts piena di praline o scaglie di cioccolato. Oppure potete usare del filato dai colori diversi per creare un effetto diverso.
Se volete variare le dimensioni basterà usare un filato più grosso e un uncinetto adeguato. Ricordatevi però che la lavorazione deve essere stretta, altrimenti l’ovatta uscirà dagli spazi vuoti.

Per realizzare questo lavoro avrete bisogno di:
– Uncinetto 3
– 50 gr cotone beige e 50 gr di cotone dal colore differente
– Ovatta
– Forbici e ago
– Segnapunti

Abbreviazioni: catenella (cat), maglia bassissima (m. bss), maglia bassa (m.b), maglia mezza alta (m.m.a.)
ATTENZIONE: Il lavoro è in tondo, per cui utilizzate il segnapunti alla fine di ogni giro per non confondervi.

Base per donut
Cominciare con 20 cat. Chiuderemo una m.bss nella prima cat. Fate attenzione a non attorcigliare le catenelle.
1° giro: 1 cat, iniziare nella stessa cat dove si è fatta la m.bss. Fare [1 m.b., 2 m.b] x 10 fino alla fine del giro. [Avrete 30 maglie]
2° giro: Fare 30 m.b.
3° giro: Fare (2 m.b. nelle due maglie successive, 2 m.b. nella stessa maglia) x 10 volte [40 maglie]
4° giro: Fare 40 m.b.
5° giro: Fare (3 m.b. nelle tre maglie sottostanti, 2 m.b. nella stessa maglia) x 10 volte. [50 maglie]
6° – 11° giro: Fare 50 m.b.
12° giro: Fare (3 m.b. nelle tre maglie sottostante, fare una diminuzione di m.b.) x 10 volte. [40 maglie]
Vi lascio un attimo un illustrazione per imparare a fare le diminuzioni.

13° giro: Fare 40 m.b.
14° giro: Fare (2 m.b. nelle due maglie successive, una diminuzione) x 10 volte [30 maglie]
15° giro: Fare 30 m.b.
16° giro: Fare (1 m.b., una diminuzione) x 10. [20 maglie]
Chiudere con una m.bss e lasciare una lunga coda per il filo. Il lavoro verrà cucito dopo aver fatto la glassa.

Glassa

Cominciare con 20 cat. Chiuderemo una m.bss nella prima cat. Fate attenzione a non attorcigliare le catenelle.
1° giro: 1 cat, iniziare nella stessa cat dove si è fatta la m.bss. Fare [1 m.b., 2 m.b] x 10 fino alla fine del giro. [Avrete 30 maglie]
2° giro: Fare 30 m.b.
3° giro: Fare (2 m.b. nelle due maglie successive, 2 m.b. nella stessa maglia) x 10 volte [40 maglie]
4° giro: Fare 40 m.b.
5° giro: Fare (3 m.b. nelle tre maglie sottostanti, 2 m.b. nella stessa maglia) x 10 volte. [50 maglie]
6° – 7° giro: Fare 50 m.b.
NOTA: L’ottavo giro è opzionale e serve a dare un orlo più frastagliato alla glassa. Dato che non ricordo come ho chiuso il lavoro, vi lascio l’originale scritto da Doroteja. Ovviamente potete modificarlo a vostro piacimento.
8° giro (opzionale): Fare 1 m.b. e 4 cat. Dalla seconda catenella fare 3 m.m.a sulle catenelle e chiudere con una m.bss nella maglia sottostante.
Proseguire con 3 m.b. Fare 7 cat. Dalla seconda catenella fare 3 m.m.a, 4 m.a. Saltare due maglie e chiudere con una m.bss.
Fare 4 m.b. e poi 4 cat. Dalla seconda cat fare 3 m.m.a., saltarne una e chiudere con una m.bss.
Fare 4 m.b. e 5 cat. Dalla seconda cat fare 4 m.m.a., saltarne una e chiudere con una m.bss.
Fare 6 m.b. e 4 cat. Dalla seconda cat fare 3 m.m.a, saltare una maglia e chiudere con una m.bss
Fare 1 m.b. e 7 cat. Dalla seconda cat fare 2 m.m.a, 4 m.a. Saltare 2 maglie e chiudere con una m.bss.
Fare 6 m.b. e 7 cat. Dalla seconda cat fare 2 m.m.a, 4 m.a. Saltare 2 maglie e chiudere con una m.bss.
Fare 4 m.b. e 3 cat. Dalla seconda cat fare 2 m.m.a, saltare una maglia e finire con 2 m.b.
Chiudere il lavoro della glassa con una m.bss. Lasciare un filo lungo da usare per cucire il lavoro.

Adesso potrete riempire il donut di ovatta per dargli forma e assemblare i pezzi del vostro amigurumi.

Nel caso abbiate bisogno di ulteriori chiarimenti, potrete sempre dare un’occhiata al videotutorial per i passaggi più elaborati.
Buon lavoro!



Presine da forno con disegno di un gatto nero

Un pregio per chi ama lavorare a mano e si dedica all’artigianato è che spesso può creare qualcosa di unico per una persona e fare un bel regalo. Recentemente ho realizzato delle presine da forno per donarle ad una mia amica che ama molto i gatti. Non sono perfette ma la destinataria le ha adorate.

presine-gatto-2
Nei gruppi su Facebook mi hanno richiesto più volte lo schema per poterlo realizzare, quindi ho deciso di pubblicare anche sul sito lo schema del gatto.
Il disegno l’ho preso dal web e viene usato più che altro per i lavori a punto croce. Ho usato la tecnica del filet per questo lavoro, solo che sono tutti quadrati pieni. Spero che vi piaccia.
Tornerò in settimana con un nuovo tutorial!

gatto filet



Scaldacollo autunnale con motivo ad ananas

In questo periodo dell’anno mi accingo sempre a fare regali per me, per i parenti e per le amiche, soprattutto in vista dell’estate o per occasioni speciali. Questo lavoro che oggi vi mostro è adattabile ad ogni filato ed occasione; nel mio caso questo è diventato uno scaldacollo autunnale per una mia amica. Il motivo ad ananas è il punto di spicco del lavoro, però potreste impreziosirlo con un filato luminoso oppure lucido. Vi sconsiglio di usare un colore troppo scuro oppure un filato troppo grosso, perché potrebbe svalorizzare il motivo.
E sì, mi sono accorta soltanto dopo aver consegnato il lavoro che ho fotografato lo scaldacollo capovolto.

scaldacollo ananas

Per realizzare uno scaldacollo piccolo, come quello fatto da me, basteranno 120 grammi di filato; se invece volete realizzarne uno stile infinity, vi consiglio di usarne almeno 200 grammi. Ho usato un uncinetto della misura 3.5, però potreste provare anche una misura poco più grande o un filato più spesso.

Se avete difficoltà a leggere i simboli, vi consiglio di rileggere il mio articolo sulla simbologia dell’uncinetto dove ho inserito una legenda utile per tutte. In ogni caso potrete contattarmi in privato sulla mia pagina Facebook e accorrerò subito in vostro aiuto!
Buon lavoro!

5242_1116250911748197_8724856892849901925_n




top