Il Gomitolo Magico

Con ago, filo e un po' di creatività tutto è possibile!

This content shows Simple View

Tutorial

KAL: Mantella morbidissima ai ferri circolari

Buon anno nuovo a tutte, amiche artigiane e amiche che stanno imparando. Il 2017 è stato per me un anno di tanti cambiamenti, per cui ho faticato molto a stare al passo con vari progetti. Ho trascurato un po’ i ferri e l’uncinetto, però adesso cercherò di riprendere man mano tutti i lavori arretrati che ho mostrato nella mia pagina su Facebook senza spiegazioni.

Questa mantella è nata seguendo il KAL, ossia un lavoro di gruppo, realizzato nel forum L’isola Creativa. L’autrice che ha scritto lo schema è Rosa “Il filo che crea”. Questo è un lavoro adatto anche alle novizie dei ferri, inoltre le spiegazioni che troverete nel forum sono esaustive e non ho bisogno di aggiungere altri dettagli alle spiegazioni. Se avete qualche difficoltà, non esistete a contattarmi in privato su Facebook.

Solo una piccola annotazione. Io ho usato i ferri del 10, non quelli del 7, per cui le maglie di avvio sono diverse. Se ben ricordo, ho avviato 90 o 96 maglie. Dalla foto noterete anche che a me calza un po’ grande perché la taglia realizzata è più o meno una L. Nel caso vogliate fare una S, basterà fare almeno 8-10 maglie d’avvio in meno.
Buon lavoro!



Cestino Porta ovetti all’uncinetto

Dopo il cestino natalizio, sono riuscita a preparare un piccolo lavoretto per le festività di Pasqua: un cestino porta ovetti realizzato all’uncinetto. Questo lavoro è adatto ai principianti e ai bambini che vogliono imparare a lavorare all’uncinetto e fare qualcosa da soli da regalare ai familiari.

Nel video ho indicato di utilizzare l’uncinetto numero 4; ovviamente è possibile realizzare un cestino con dimensioni differenti aumentando o diminuendo il numero dell’uncinetto e lo spessore del cotone. Voglio consigliarvi anche di guardare questo video per imparare a fare un anello magico, utile per la base del cestino.

Di seguito vi lascio alla visione del tutorial:



Motivo a foglia per scialle all’uncinetto

La primavera sta per arrivare, lo si sente nell’aria. Ho voluto mostrare come realizzare questo scialle o baktus all’uncinetto anche perché può essere fatto sia in lana sia in cotone.
Spero vi piaccia.

NOTE: all’inizio del video scrivo di usare l’uncinetto 6, però è una misura indicativa. Potete provare a realizzarlo anche con filati più sottili, dato che siete voi a decidere la grandezza del vostro lavoro. Se volete fare uno scialle, vi consiglio di procurarvi almeno 400 gr di filato per non rimanere a metà lavoro senza.

Di seguito il mio videotutorial:



Sciarpa semplice all’uncinetto fatta di catenelle

L’inverno sembra non intenzionato a lasciarci, per cui è facile trovare nel web ancora lavori invernali. Dato che questa settimana sono ancora in alto mare con il montaggio del prossimo video, ho deciso di tradurre un tutorial per voi e fare un ritorno alle origini.
La sciarpa di oggi è molto versatile ed è fatta con punti semplicissimi, un lavoro adatto a chi è ancora alle prime armi con l’uncinetto e vorrebbe apprendere meglio i punti base, come la catenella e la maglia bassa. Questo schema l’ho preso dal sito della Moogly, dove si possono acquistare tutorial, materiali ma anche vedere schemi gratuiti. La sciarpa verrebbe in questo modo.

Prima di cominciare, voglio promuovere alcuni gomitoli di lana multicolor venduti su Amazon. Guardatevi la galleria di foto, perché ogni gomitolo è in più bagni diversi. Qualcuno di essi poi è lavorabile con un uncinetto più piccolo, però non è un problema che vi dovreste porre.
Questi sono gli acrilici:

Questi invece sono in lana o in misto lana:

Come abbiamo detto, questa sciarpa semplice all’uncinetto è realizzata solo con due punti: maglia bassa e catenelle.
Vi elencherò comunque note e i materiali necessari.
Per realizzare questo lavoro avrete bisogno di:
– Un uncinetto 6,5 e un uncinetto 5,5
– Più o meno 100 gr di lana, dipenderà dalla vostra mano
– Forbici e ago

Abbreviazioni: catenella (cat) e maglia bassa (m.b)
ATTENZIONE: Questo lavoro è a spirale, dunque non sarà necessario chiudere il lavoro ad ogni giro. Se volete essere sicure di non confondervi, vi consiglio di usare un marcapunti per ricordarvi l’inizio del lavoro.

Per iniziare, avviare 215 catenelle con l’uncinetto 6,5. Se volete renderlo più corto o più lungo, basterà aggiungere o togliere sei catenelle.
1° giro: Lavorare una maglia bassa nella prima catenella realizzata, chiudendo così ad anello le catenelle. Fare un’altra maglia bassa. Proseguire con *5 cat, saltare 5 cat sottostanti, 2 m.b*. Ripetere questo procedimento ** fino alla fine del giro, dove troverete le ultime 5 cat non lavorate.
2°giro: Fare 5 cat, soltanto le ultime 5 cat non lavorate del 1° giro. Fare 1 m.b. nella prima catenella del 1° giro, un’altra m.b. vicino. Si prosegue con *5 cat, saltare le 4 cat e 1 mb, fare 1 m.b. nella prima cat e 1 m.b. nella maglia sottostante*. Ripetere questo passaggio fino alla fine.
3°-20° giro: Continuare a lavorare a spirale con *5 cat, saltare la m.b. sottostante, fare 2 m.b.*
Chiusura: Quando siete arrivati alla fine del 20° giro o state per finire il filato, chiudere con 5 cat, 1 m.b. e chiudere con una maglia bassissima. Tagliare il filo e affrancare il lavoro.

Opzione: potete anche realizzare un laccetto o una fascia con un bottone per racchiudere il lavoro e decorarlo.

 

 

Vi elenco inoltre le cinque note degli autori mentre si sta realizzando questa sciarpa:

  1. Se le catenelle iniziali si attorcigliano, cercate di lavorare sempre sullo stesso lato delle catenelle. Non preoccupatevi troppo però nel caso non venga perfettamente dritto. L’importante è che vi piaccia nell’insieme
  2. Se alla fine del primo giro ti accorgi di aver fatto qualche catenella di troppo, fai finta di nulla e prosegui con il lavoro.
  3. Se ti rendi conto di aver saltato qualche punto un paio di giri fa, ormai è meglio proseguire con il lavoro senza disfare tutto.
  4. Se il filato finisce prima di aver raggiunto la fine del giro, puoi anche chiudere il lavoro e finire direttamente.

Vi lascio anche lo schema grafico del lavoro.



Cappello all’uncinetto con treccia decorativa

Oggi vorrei mostrarvi come realizzare questo cappello all’uncinetto da donna. A lato del cappellino vi è una treccia decorativa in rilievo che rende grazioso il tutto. Il tutorial di oggi è molto ispirato al lavoro di Jenni Catavu, che potete vedere sul suo blog Jenni Designs.

Vi lascio alla visione del video. Sotto troverete il tutorial scritto e alcune indicazioni per la realizzazione.

Ecco alcuni consigli prima di iniziare il tutorial scritto.

  • Io ho usato l’uncinetto del sei, per questo il lavoro è venuto molto morbido. Consiglio di usare l’uncinetto del 5.5 se avete la mano molto morbida o volete di una misura più piccola;
  • Per realizzare la treccia bisogna eseguire tre volte (solo all’inizio 2 volte) il punto in rilievo con delle normali maglie alte; in seguito dovrete fare il punto treccia con delle doppie maglie alte.
  • La lunghezza del cappello è opzionale. Potete arrivare a 16 (però potrebbe essere piccolo per alcune), a 20 o a 24 giri, come vi aggrada di più. Vi consiglio sempre di indossare il cappello e vedere come vi piace di più.
  • Anche la bordatura finale è opzionale. Io ho preferito usare delle maglie bassissime, però va bene anche chiudere con un giro di maglie basse. Dipende da come vi calza il cappellino.

Abbreviazioni: catenella (cat), maglia bassissima (m. bss), maglia alta (m.a), maglia bassa (m.b.), maglia alta in rilievo (fpdc), doppia maglia alta in rilievo (fptr)
ATTENZIONE: Alla fine del giro bisogna sempre chiudere con una maglia bassissima. Le catenelle iniziali NON SONO sostitutive della maglia.

1° giro: Anello magico, fare 2 cat e 11 m.a. nel cerchio.
2° giro: 1 cat, 2 m.a. insieme in ogni maglia sottostante.
3° giro: 1 cat, *2 maglie nella stessa maglia, 2 nella successiva* per sei volte. Fpdc, m.a., fare 6 fpdc, m.a., fpdc nell’ultima maglia. Dovreste trovarvi con 28 maglie.
4° giro: 1 cat, *2 maglie nella stessa maglia, 2 nella successiva* per nove volte. Fpdc, m.a., fare 6 fpdc, m.a., fpdc nell’ultima maglia. Dovreste trovarvi con 37 maglie.
5° giro:  1 cat, *2 maglie nella stessa maglia, 2 nella successiva* per nove volte. PUNTO TRECCIA (guardate il video): Fpdc e m.a., saltare tre maglie e fare tre Fptr, riprendere le maglie saltate e fare altre tre Fptr, m.a., fpdc. (46)
6° giro: 1 cat, *2 maglie nella stessa maglia, 3 nella successiva* per nove volte. Fpdc, fare 2 m.a. nella stessa maglia, fare 6 fpdc, fare 2 m.a. nella stessa maglia, fpdc nell’ultima maglia. (57)
7° giro: 1 cat, *2 maglie nella stessa maglia, 4 nella successiva* per nove volte. Fpdc, 2 m.a., fare 6 fpdc, 2 m.a., fpdc nell’ultima maglia. (66)
8° giro: 1 cat, fare 2 m.a. nella stessa maglia, proseguire con 52 m.a., fare 2 m.a. nell’ultima maglia rimasta. Proseguire con fpdc, 2 m.a., fare 6 fpdc, 2 m.a., fpdc nell’ultima maglia. (68)
Da qui in poi non vi saranno più aumenti.
9° giro: Fare un giro di m.a. Arrivati alle maglie in rilievo, fare: Fpdc e 2 m.a., saltare tre maglie e fare tre Fptr, riprendere le maglie saltate e fare altre tre Fptr, 2 m.a., fpdc.
10° giro: Fare un giro di m.a. Proseguire con fpdc, 2 m.a., fare 6 fpdc, 2 m.a., fpdc nell’ultima maglia.
11° giro: Ripetere il decimo giro
12° giro: Ripetere il decimo giro

Proseguire ripetendo i giri 9-12 per due o tre volte a seconda della lunghezza desiderata.
Chiusura: 1 cat, fare un giro di m.b. o di m.bss a vostra scelta. Chiudere e affrancare il lavoro.




top